….Liberi di Leggere…


Dormire…


Ed il premio per il sonno più irrequieto ed i sogni pi brutti, questo mese và a: ………(rullo di tamburi)….
……(suspance)…….
……CIPPOLA!!!!

“Garzie, grazie…sono veramente commossa che, i miei NON sforzi per avere nottate di sonni agitati, e di sogni quasi reali ma per nulla confortevoli, siano finalemnte premiati!!!
No, no….non sono lacrime queste, è solo che ho sbadigliato…
Non aggiungo altro, non riesco a tenere gli occhi aperti dalla gioia…Grazie, grazie ancora a tutti coloro che mi hanno votato!!”

Non ce la faccio più!!!
Da un pò (troppo) di tempo, vado a dormire stanca e mi sveglio ancora più stanca di quando sono andata a dormire.
Faccio sogni agitati e brutti; Mi sogno persone a cui voglio bene che stanno male; Mi sogno persone che mi mettono anzia; Mi sogno situazioni in cui sono impotente di fare ogni cosa…
Mi sveglio stanca, sgitata e di cattivo umore e batsa un niente, una impercettibile cosa per farmi innervosire…
C’è chi mi ha detto “è colpa del tempo, del cambio di temperatura…”
e chi invece sostiene “è colpa del fatto che non stai con MrSonoIndaffaratissimo da 27 giorni…”

Io non lo sò di chi, o cosa, è la colpa….ma spero che tutto ciò cambi presto, prestissimo anche prima di prestissimo!!!


Non vorrei ma

Non vorrei ma….scusate, scusatemi tanto ma…lo devo proprio fare!!!
…un bel respiro e:

…AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
HHHHHHHHHHHHHHHAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
AAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
HHHHHHHHHHHHHHHAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
AAAAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!…

Ecco….adesso va un sacco meglio…avevo proprio voglia di urlare, avevo proprio voglia di sfogarmi un pò, ogni tanto, anche se virtualemnte, fa proprio bene!!!

Ed adesso, dopo aver scaricato tensione varia ed eventuale, posso affrontare con un sorriso questa giornata :-)

Buona giornata a tutti!!!


…ricordando una sorpresa…


- “dove devo andare per incontrare un uomo che opera su un ampio scenario?”
- “Non si tratta di andare in giro a cercarlo. Dopo che avrai svolto il tuo lavoro interiore, lui salterà fuori.”

E un anno fà è successo proprio così…
Non cercavo nulla, non mi aspettavo nulla, e sei arrivato tu…

Le parole, come quella sera, ora mi sfuggono, se ci penso, se ricordo, mi viene solo da sorridere contenta ed assaporare tutte quelle sensazioni che mi hai regalato, quello strano, ma piacevole imbarazzo, la sorpresa, la confusione e la voglia di lanciarmi in questo vuoto e lasciarmi andare…
Ed è bello, dopo un anno, continuare a farlo…

Grazie :-*


Ieri sera…


Ieri sera sono uscita con i miei amici gay (o come dico io Gai), ho fatto tardi, adesso muoio di sonno, ma?.mi sono divertita tantissimo!!!!

Doveva essere un uscita tranquilla, giusto per fare un po? di chiacchiere?io e K, mentre giungevamo al luogo dell?incontro, ci eravamo confessate di essere entrambe stanchissime e di non voler fare tardi?così, nello scegliere cosa fare e dove andare, si decide di raggiungere l?amico D. e la sua RagazzaPerplessa in un locale.
Ma arrivati lì, una cosa ci salta subito agli occhi, sono quasi tutti ragazzi, e per la maggior parte gay – ok diciamo anche tutti ? per la gioia, ovviamente, dei nostri due amici (da donna etero, posso e DEVO aggiungere assolutamente questa cosa?CHE SPRECO!!!! ?era quasi tutti bellissimi).
Così la serata è trascorsa fra chiacchiere, musica, file, pettegolezzi, ricerca disperata di un bagno, consigli amorosi, sms improvvisi, divieti, sguardi, ammiccamenti, discorsi ripetitivi, ?guarda quello che carino!?, bambole di porcellana, balli con struscia menti (word dice che si scrive così?.màh?.), considerazioni, racconti alla pari di beautiful, ?adesso vado a dargli un bacietto? , caldo, umidità ed un meritatissimo cappuccino e cornetto.

Io adoro uscire con i miei amici gay!!!!

?anche se M. ha tentato di eliminarci tutti, attraversando in macchina, tutto sparato, un incrocio abbastanza frequentato (ma per fortuna era un giovedì notte) senza guardare?si era distratto un attimo!
Ma continuo ad adorarlo, anche dopo aver visto la morte che, per fortuna mi diceva che non era ancora il momento!


Auguri!!!!!


Oggi è il 3° Compleanno del mio Blog…

…tante cose sono successe in questi 3 anni, belle , brutte, tristi, dolorose, allegre, divertenti, ridicole…e non sò come avrei fatto senza avere questo spazio, questo posto privato, questa valvola di sfogo in cui urlare, ridere, piangere, pensare, rimproverarmi, prendermi in giro ed essere totalmente me stessa.
…mi rivedo, come se fosse ieri, timidamente a scrivere quì le prime righe di presentazione per affacciarmi in questo mondo sconosciuto, mondo che adesso è parte di me, al quale non saprei rinunciare, che mi ha dato la possibilità di conoscere, virtualemnte e non, delle uniche e bellissime persone.
Grazie Blog e…TANTI AUGURI!!!!!!


Verde…


L’ho capito ieri sera, mentre mi trovavo in una, difficilissima, sessione di shopping pre-post la fase “mi manca MrSonoIndaffaratissimo”… anche perchè sono ormai passati 20 giorni dalla sua partenza e un pochino di nostalgia sono autorizzata ad iniziare ad averla… che sono entrata nella mia fase VERDE…
Sono giunta a questa conclusione perchè ieri ho provato una maglietta carinissima, che la mia amica Ari ha decretato “trppo verde”, e che io , nonostate questo commento, ho gioiosamente comprato e indossato oggi…e più la guardo più mi piace e mi piaccio!!!

Comunque ho ricercato un pò il significato del colore verde e…e quello che ho trovato è tutto un programma…ma mi sà che sono proprio io…

VERDE
Il colore verde presenta in tutti i suoi utilizzi un’ambivalenza che lo porta a simboleggiare ora la positività, ora la negatività. Nella cultura classica questo colore rappresentava la ragione: verdi per esempio, erano gli occhi della dea Minerva. Ma nel Medioevo diventa invece indice di poca razionalità, fino a rappresentare lo stemma dei pazzi.
L’aspetto dualistico nel significato del colore verde, è tipico di ogni simbolo ctonio: Satana da bellissimo angelo che era, dopo essersi ribellato a Dio, diventa un diavolo e impersona il male; i suoi occhi vengono da sempre dipinti di verde.
Il verde è anche un colore mistico. Essendo composto di blu e giallo infatti, indica l’unione di cielo e terra. Ancora, in chiave dualistica, esprime l’unione della fredda luce blu dell’intelletto con la calda emotività del sole giallo.


Non ci sono più gli anziani di una volta…


Ieri pomeriggio, dopo tanto tempo, ho rivisto la mia amica N.
Con la scusa di vederci perchè dovevo darle il mio regalo per il suo compleanno e lei che mi doveva mostrare, tutta fiera, la sua auto nuova ( …auto che tiene come una pazza maniaca, minacciando di morte tutti gli esseri viventi e meccanici che si avvicinano alla sua macchina intenzionalemnte e non…ma la capisco benissimo, perchè i primi tempi che avevo la mia ka ero identica a lei!) decidiamo di andarci a fare una bella passeggiata in un parco cittadino non tanto lontano.
Arriviamo al parco gironzoliamo un pò e poi avvistiamo una invitante panchina all’ombra e ci accomodiamo beate a parlare e raccontarci fatti ed avvenimenti che ci sono successi negli ultimi mesi…dopo un pò, mentre conversiamoi fitte, fitte, si avvicina una signora anziana che ci domanda “è libero?” indicando la panchina su cui siamo sedute…

Io, la guardo perplessa e vorrei rispondere “ci siamo noi, mi sembra ovvio che non sia libera, no le pare?”…ma mi trattengo e guardo N., che stupita quanto me, riesce a pronunciare parola più cortesi e ire “hemmm…no…????”

La signora tutta felice, prende posizione sulla panchina vicino a me (occupando tutto lo spazio restante)…N. si fà più in là ed io mi avvicino a lei, ed un pò sconcertate riprendiamo a chiaccherare ma a bassa voce, un pò ci infastidisce, ma ci passiamo sopra, ci sembra brutto alzarci ed andare a sederci da un altra parte, magari la signora è un pò sola e vuole solo stare seduta in compagnia…e noi, in foNDo, siamo buone…
Passano 10 minuti e vediamo avvicinarsi un altra anziana signora, facciamo finta di nulla, è amica della nostra vicina…si salutano, iniziano a parlare e sentiamo pronunciare queste parole “vieni, vieni, siediti quì con me che c’è un sacco di posto!!!”
…io ed N. ci guardiamo ed abbiamo la stessa espressione di “terrore”… la Nostra vicina quasi mi si siede in braccio per fare posto alla sua amica, N. si appollaia sul bordo della panchina e mi tira a se, e le signore, dicendo “no, non c’è bisogno che vi spostiate” (certo, sono capacissime di stare in braccio a noi senza nessun problema!!!!) si appropriano di tutto lo spazio e cominciano, sonoramente, a parlare di figli, nipoti e fratelli…
Noi cerchiamo saldamente di mantenere la posizione ed il dominio sulla panchina, ma piano piano veniamo letteralmente spinte via…
Così decidiamo di alzarci ed andarcene.
Il tutto, mentre, intorno a noi, ci sono CENTINAIA, MIGLIAIA, MILIONI DI PANCHINE ALL’OMBRA ASSOLUTAMENTE VUOTE…e poi dicono che siamo noi giovani a non aver rispetto per gli anziani!!!


Avvenimento!!!!


Questa cosa la devo proprio scrivere, devo imprimere nel mio blog questo momento, per poterlo ricordare e ricordare, e ricordare, e ricordare, così da poterlo narrare ai miei nipoti e loro, a loro volta, raccontarlo ai loro nipoti e così via, di generazione, in generazione….

Oggi, 16 Maggio 2007, dopo soli 9 mesi (manco fosse una gravidanza) ho finalmente avuto il telefono sulla mia scrivania in ufficio, completo di linea telefonica, possibilità di effettuare chiamate verso i numeri interni ed i numeri esterni e possibilità di ricevere chiamate, senza dovermi alzare ed andare a rispondere ad un altra scrivania (disturbando il collega di turno)comodamente seduta davanti al mio pc!!!
Si…lo sò….posso capire che per chi legge questo post, la cosa non abbia nulla di eccezionale…
…ma per me, dopo aver avuto per 3 mesi la promessa di averlo, altri 4 mesi il cavo telefonico sulla scrivania, essermi trovata da sola un apparecchio ed averlo tenuto un mese a prendere polvere, aver visto portare fino alla scrivania il cavo citato prima, ed aver aspettato un altro mese, con tutti i componenti non assemblati…questo è, in assoluto, uno degli avvenimenti più importanti dell’anno!!!

…ok, l’ammetto, più che altro era una questione di principio più che una vera e propria necessità…è solo che, dopo aver chiesto se si poteva avere ed aver ricevuto risposta postitiva con l’aggiunta di “adesso ti mettiamo il telefono” e veder passare 9 mesi dal quel momento, mi sentivo un pò presa in giro..

Adesso, attendo trepidante che squilli! :-)


E via con lo shopping…


Oggi giornata di shopping all’outlet in compagnia di Ari e del suo D.
Mi ha fatto proprio bene, perchè i miei, pochi, acquisti sono veramente mooooolto carini!
Devo dire che mi sono contenuta, cosa strana, visto che di solito quel luogo, unito ad uno stato d’animo di “tristezza” può diventare veramente pericoloso per il mio povero conto in banca, ho solo acquistato dei calzettoni (sperando che la casa di MrSonoIndaffaratissimo smetta di mangiarmeli, lasciandomi solo calzini scompagnati), il regalo per il compleanno di una mia amica, un paio di bellissimi Jeans levis ed infine delle indispensabili scarpette verdi (vedi foto) che, visto il minuscolo prezzo di 20 euro, non potevo lasciare da sole ed indifese nel negozio, e privarle del privilegio di calzare i miei piedini!
Con Ari pensavamo con questa giornata, di far soccombere il suo D., per nulla prepararto a noi due insieme in giro per spese ed invece…è stato proprio D. a farci soccombere, in un engozio, impiegando un tempo incalcolabile per scegliere 2 paia di scarpe…e poi dicono di donne!!!
Comunque li ringrazio tutti e due, mi hanno fatto passare proprio una bella giornata :-)

…ed ora il mio pensiero và al mio velista, al quale non vedo l’ora di far vedere come mi stanno bene i nuovi jeans con le scarpette verdi…speriamo di poterlo fare presto!


come Penelope….


E’ partito…
il mio MrSonoIndaffaratissimo è partito ieri mattina per andare dall’altra parte del mondo, sarà lontano 1 mese, giorno più, giorno meno, il tempo di un attraversata oceanica in barca a vela.
Mi mancherà…mi manca già…ma un mese passa più in fretta di quello che sembra, a senza accorgermene lui sarà di nuovo quì, ed io potrò ricominciare ad addormentarmi fra le sue braccia.

E mi sento un pò come Penelope, solo che invece di tessere la mia tela, io mi preparo i bento.